• Fotografia
  • Massilia

Massilia

Massilia
  • Fotografia
  • Massilia

Marsiglia mi ricorda Atene. Non per il mare, per la presenza del porto, del traffico o per il vento. Marsiglia mi ricorda Atene perché è una città segnata dalla presenza delle\dei sue\suoi abitanti, in cui l’eterogeneità dei messaggi espressi nella dimensione pubblica è un dato visibile difficile da ignorare. Le superfici dei suoi muri, le serrande abbassate, le insegne dei negozi riportano dei messaggi che guidano la comprensione di ciò che accade o è accaduto. Passo dopo passo, la città non è più solo un incrocio di voci e di vie ma uno spazio che a che vedere con l’intimo.
Marsiglia mi ricorda Atene perché è accogliente, vissuta, conflittuale, gentrificata e libertaria.
Una città che non tace e che, nonostante tutto, ancora si ribella al lustro ipocrite imposto dal suo essere stata “Capitale Europea della Cultura” nel 2013.
Con questa selezione di scatti voglio riportare parte di quel “discorso muto” che ho sentito scorrere, per me essenziale per intravedere le identità che l’attraversano.

Massilia 1
Massilia 2
Massilia 3
Massilia 4
Massilia 5
Massilia 6
Massilia 7
Massilia 8
Massilia 9
Massilia 10
Massilia 11
Massilia 12
Massilia 13
Massilia 14
Massilia 15
Massilia 16
Massilia 17