EPOMENISTASI: ATENE

Il progetto – “EPOMENISTASI: ATENE. Muri e strade di una metropoli contemporanea” – prende forma nell’ottobre 2012, quando mi sono trasferita in Grecia.

Motivo della partenza è la partecipazione al progetto “Arte, genere e spazio pubblico” che l’associazione italiana “Betty&Books” propone all’interno del programma di Servizio Volontario Europeo.

Il progetto è stato realizzato come un’installazione composta da tre sezioni differenti, generate in maniera autonoma nel corso del tempo ma aventi richiami reciproci.

Punto di partenza comune è la dimensione della strada: l’esplorazione della città, la documentazione fotografica di specifici soggetti presenti sui muri, l’utilizzo del video come strumento di memoria di ambienti ed incontri.

CORPI? RESTI
“Corpi?” è un progetto di documentazione e reinterpretazione attraverso l’utilizzo della fotografia per arrivare alla creazione di collage.
Tema costante della ricerca è l’analisi della rappresentazione del corpo femminile sui muri del centro di Atene: stencil, graffiti, dipinti sono il materiale da cui prende vita la ricerca.
Immagini di donne che richiamano a significati differenti confluiscono successivamente nei collage, provocando così punti di vista prima inesistenti.
“Resti” è un’esposizione di 32 fotografie aventi come soggetto dettagli di vecchi manifesti strappati. Scopo del lavoro è documentare il passare del tempo: strappi, buchi e sovrapposizioni grafiche sono il risultato di un processo capace di distruggere e creare nuovi significati allo stesso tempo.
SMARRIMENTO \\AVVICINAMENTO
“Smarrimento \\ Avvicinamento” è un breve documentario effettuato a partire dal Dicembre 2012 tra le strade di Atene.
Scopo del video è quello di proporre un viaggio attraverso luoghi, persone, ambienti che ho attraversato più o meno consapevolmente.
Il fine è quello di effettuare una riflessione visuale rispetto al processo di conoscenza che avviene nel momento in cui ci si inserisce in un contesto urbano sconosciuto.